Dopo il viaggio dello scorso anno in Cambogia con l'associazione di beneficenza Business For Good (B1G1), ho avuto la possibiltà di prendere parte a un altro viaggio, questa volta a Nairobi in Kenya isieme alla mia collega Elke Kramer che dirige il nostro ufficio in Germania.

Il nostro viaggio è durato 10 giorni, durante la quale abbiamo visitato diversi villaggi, scuole e centri medici e conosciuto i diversi progetti che l'associazione B1G1 sta sviluppando.

New Canaan Village

Abbiamo visitato il New Canaan Village, abbiamo incontrato i suoi abitanti, persone e bambini che hanno visto trasformare la loro vita grazie al lavoro di B1G1 e "So They Can" (Anche loro possono). Le persone che vivono nel villaggio, hanno trovato a New Canaan Village un luogo dove poter vivere in pace dopo essere fuggiti dai loro villaggi di origine alle rivolte scaturite dopo le elezioni, Nel 2011 "So They Can" ha aperto una clinica con l'aiuto del Ministero della Salute Kenyano, la clinica serve oggi una comunità di circa 20.000 persone inclusi gli studenti della scuola elementare Aberdare Ranges. La clinica è di vitale importanza poichè uno dei principali problemi del villaggio è la mancanza di acqua potabile; da quando la clinica è stata costruita , lo stato di salute degli abitanti è decisamente migliorato.

Molte persone della comunità sono disoccupate, per questo motivo nel villaggio è stata fondata una Business School per dare maggiori opportunità agli abitanti. La scuola insegna alle donne più povere della comunità come ottenere prestiti tramite microfinanziamento per poter cominciare un'attività in proprio, generare reddito e migliorare così le condizioni di vita delle loro famiglie. Per aprire una pratica per un prestito le donne devono frequentare almeno 8 ore di lezioni di economia e lezioni sulla vita pratica e sanitaria. Da quando la scuola ha aperto , 380 donne sono state istruite, una gran risultato !


Rhonda Slums

Siamo state in uno dei più grossi slums : Rhonda , un insediamento di case di fango nei pressi di Nakuru.
La maggior parte dei suoi abitanti vive in condizioni di estrema povertà dovuta alla mancaza di lavoro e infrastrutture sanitarie. "So They Can" ha cominciato a supportare la scuola elementare dello slums 6 mesi fa; la scuola conta circa 1200 studenti e 24 insegnanti, molti di questi studenti sono malnutriti perchè i genitori, a causa dell'alto tasso di disoccupazione, non possono permettersi di comprare abbastanza cibo per i propri figli. Mentre eravamo invisita alla scuola abbiamo giocato con i bambini che erano felici di vederci e che ci hanno ringraziato per l'aiuto e il supporto.

Abbiamo visitato un'altra scuola che si trova vicino a una discarica di immondizia e che conta circa 800 studenti . La scuola è attrezzata per supportare i bambini affetti da cecità che vivono nello slum. E' stato toccante e molto triste sapere che solo il 10% dei genitori può permettersi di comprare un pasto per i propri figli; gli altri bambini cercano di trovare qualcosa da mangiare rovistando nella discarica vicina.

Questo mi ha fatto riflettere su quanto siano importanti questi progetti che danno a queste famiglie l'educazione e il supporto di cui hanno bisogno.

Nessuno si merita di vivere in questo modo, "So They Can" porta un raggio di speranza e di cambiamento a queste comunità in difficoltà dandogli la possibilità di un futuro migliore.

Il Centro Sanitario Locale Mama Ann a Odede

Abbiamo trascorso due giorni nel villaggio di Odede, che ospita il Centro Sanitario Locale Mama Ann sponsorizzato dal World Youth International. Il Centro fornisce le cure mediche al villaggio e alle comunità vicine servendo una popolazione stimata di 20.000 persone , la terza più grande tribù del Kenya. Il Centro Sanitario tratta circa 200 pazienti al giorno.

Oltre ai consulti e ai servizi di base, il Centro Sanitario ha un laboratorio esami per Malaria, Tifo e Gravidanza, ha anche una farmacia che provvede alla vaccinazione di neonati e bambini. Grazie alla distribuzione di tende antizanzare , il Centro è riuscito a ridurre i casi di Malaria. Le mamme in attesa possono partorire al Centro anzichè in casa; considerando che molte mamma muoiono di parto per la mancanza di attrezzature mediche questo è un grande traguardo ! Siamo rimaste molto impressionate dalla professionalità e dalla dedicazione del personale del Centro. Grazie al lavoro di World Youth International e B1G1, le mamme e i papà di Odede possono mettere in tavola più cibo, mantenere i propri figli in salute e assicurare loro una vita migliore e un'educazione adeguata.

Costruzione di una casa di fango a Odede

Abbiamo trascorso una gratificante giornata costruendo una casa di fango per una giovane famiglia di Odede che aiutiamo finanziariamente. E' stato molto duro lavorare con un caldo intenso, ma grazie al lavoro di squadra siamo riuscite a finire la costruzione in tempi recordo. La casa di fango era destinata a una giovane famiglia : Evelyn , John e la loro bambina che sono ritornati al villaggio dopo aver perso la loro casa in un incendio 3 anni fa a Nairobi durante una situazione di crisi politica. La loro casa temporanea era molto piccola e non era permeabile. Ora grazie al nostro lavoro Evelyn e John felicissimi ci hanno detto che possono finalmente vivere felici e il loro nascituro potrà nascere e crescere in una vera casa.

Progetto Mango Tree

Mango Tree è una organizzazione non-profit che aiuta gli orfani, i bambini in difficoltà e le loro comunità in Africa , supportando finanziariamente programmi che hanno come obiettivo il creare persone indipendenti e grazie a questo migliorare le loro condizioni di vita e il loro futuro. Dal 2007 ( anno di inizio del progetto) sono stati aiutati circa 4700 orfani e bambini in difficoltà e famiglie che vivono in zone rurali.

Grazie al progetto molti bambini sono riusciti a prendere un diploma o una laurea e hanno trovato un lavoro con al quale possono supportare le proprie famiglie. Abbiamo visitato una delle aziende agricole dell'associazione dove si coltivano alberi di mango e dove sono riusciti con successo a innestare il mango locale con il mango esotico, riuscendo così ad ottenere frutti più grandi e di conseguenza introiti maggiori. Donare un mango alle famiglie vuol dire , dare loro la possibilità di piantarne i semi e di riuscire ad avere un reddito sostenibile per il futuro. L'associazione Mango Tree ha anche progetti dove si insegna alle donne la coltura di pesci da allevamento e la produzione di miele.

Durante la nostra giornata abbiamo anche visitato un piccolo villaggio dove B1G1 ha sviluppato il progetto Capra . Una capra può fare la differenza nella vita di una famiglia keniana , poichè al mercato locale possono venderne il latte e la carne e alungo termine altri prodotti come sapone , formaggio e yogurt. Slumbersac ha donato 40 capre alle famiglie in difficoltà.

Elke ed io abbiamo vissuto una incredibile esperienza in Kenya. E' la prova che le aziende come Slumbersac possono davvero cambiare la vita delle persone in difficoltà. Abbiamo toccato con mano l'impatto che hanno avuto le nostre donazioni e sono felice che Slumbersac faccia parte di B1G1. Ogni volta che acquisti un prodotto Slumbersac rendi migliore la via di chi è meno fortunato e contribuisci anche tu a dargli un futuro migliore.